Nuova proposta: conteggi intermedi


Come già scritto qualche tempo fa, un recente studio effettuato dall’Agenzia Tedesca per l’Energia (dena) ha confermato quanto ista sostiene da tempo: un utente informato mensilmente circa i propri consumi può, se necessario, modificare le proprie abitudini e risparmiare il 9% in più (per un appartamento medio significa ca. € 75,00) rispetto ai suoi vicini non informati al riguardo.

Perché allora non offrire ai condomini degli stabili da lei amministrati questa possibilità?

Per questo motivo vi proponiamo di richiederci uno o più conteggi intermedi nel corso della stagione di riscaldamento.

Questo aiuterà anche l’amministratore a raccogliere un acconto abbastanza preciso sulle spese di riscaldamento già nel corso della stagione stessa. Se ci comunicherete gli importi degli acconti richiesti ai vari utenti, nel conteggio finale troverete già calcolato il conguaglio.

Con l’occasione ricordiamo che, su vostra richiesta, possiamo effettuare i conteggi secondo le norme UNI 10200. Per fare questo occorre però che ci comunichiate i dati relativi al fabbisogno di energia utile di ogni appartamento, necessario al fine di determinare la quota delle spese relativa ai consumi involontari, stabiliti dalla diagnosi energetica effettuata da un progettista. Se non disponete di tali dati, un nostro progettista abilitato può calcolarli per voi.

 

Avete qualche richiesta specifica riguardo al nostro servizio?

contattateci tramite il form qui sotto: ista è sempre disponibile a trovare soluzioni che sostengano il cliente nel proprio lavoro quotidiano, salvaguardando preziose risorse ambientali!

[Contact_Form_Builder id=”5″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *